Mai più senza: il fischietto!

Indistruttibile, leggero, economico, efficace, funzionale.

In una parola: INDISPENSABILE

In tutto il mondo il suono del fischietto è un inequivocabile richiamo all’attenzione.

Mai dimenticarsi il fischietto!

In caso di pericolo il suono penetrante del fischietto permette di allertare chi ci circonda per centinaia di metri, a differenza della voce che viene inghiottita dal vento e sovrastata dalla onde.

DOGSUP GRUPPO FACEBOOK

Con il fischietto chiediamo aiuto da grandi distanze e possiamo allertare un diportista distratto che naviga verso di noi. In acqua tra tutte le imbarcazioni siamo l’anello più debole. È fondamentale tutelarsi prevenendo ogni genere di collisione. Un sonoro colpo di fischietto avverte chiunque della nostra presenza anche in mezzo alla nebbia.

Il segnale internazionale per la richiesta di soccorso con il suono del fischietto è molto semplice:

  • SEI COLPI DI FISCHIETTO IN UN MINUTO (UN FISCHIO OGNI DIECI SECONDI)
  • UN MINUTO DI PAUSA
  • SEI COLPI DI FISCHIETTO IN UN MINUTO (UN FISCHIO OGNI DIECI SECONDI)
  • UN MINUTO DI PAUSA
  • E così via da ripetere periodicamente

Il fischietto permette di rispondere a una richiesta di soccorso con un segnale analogo:

  • TRE COLPI DI FISCHIETTO IN UN MINUTO (UN FISCHIO OGNI VENTI SECONDI)
  • UN MINUTO DI PAUSA
  • TRE COLPI DI FISCHIETTO IN UN MINUTO (UN FISCHIO OGNI VENTI SECONDI)
  • UN MINUTO DI PAUSA
  • E così via da ripetere periodicamente

In alternativa il segnale SOS in alfabeto Morse a colpi di fischietto:
S • • • (tre fischi brevi)
O – – – (tre fischi lunghi)
S • • • (tre fischi brevi)

Fate fatica a memorizzarlo? Ecco un trucco: ricordate lo storico tono di avviso dei messaggi SMS della Nokia?
Era in codice morse!
• • • – – • • •
S [• • •] M [– –] S [• • •]
Aggiungete un fischio lungo e la M si trasforma in O. Da SMS a SOS!

Quando entrate in contatto visivo con i soccorritori le due braccia alzate a formare una “Y” sono la conferma della richiesta di aiuto.

Fischietto al collo e si parte!

Portiamo il fischietto sempre con noi, appeso al collo, attaccato allo zaino o al giubbotto galleggiante.

Se non siete in SUP ma state nuotando in acque libere agganciatelo alla boa di segnalazione o al giubbotto galleggiante del cane. La prudenza in acqua non è mai troppa, soprattutto quando costa costa pochi euro e dura una vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *