La muta stagna

La muta stagna (in inglese drysuit) è un acquisto che si prende in considerazione quando l’attività sportiva si prolunga nel periodo invernale. Le mute stagne adatte allo Stand Up Paddling sono realizzate in tessuto trilaminato, con una costruzione che richiama molto da vicino quella delle giacche a vento impermeabili e traspiranti. Trovano il loro utilizzo ideale nel SUP cruising e touring e di conseguenza nel DogSup. Il SUP wave invece si pratica anche in inverno con le mute umide.

Le guarnizioni di collo, polsi e caviglie sono realizzate in lattice o in neoprene e impediscono l’ingresso dell’acqua all’interno della muta. La cerniera e le cuciture termosaldate sono impermeabili come tutto il resto della muta.

Dicembre 2021 a 1.600 metri di quota

A differenza delle mute in neoprene per l’immersione subacquea, le drysuit in tessuto sono traspiranti. La traspirabilità complessiva dipende dal tessuto con cui sono realizzate. Più il tessuto è leggero e maggiore sarà la traspirabilità, a discapito della resistenza all’abrasione e al taglio. 

DOGSUP GRUPPO FACEBOOK

Nell’ottica del Dogsup una muta stagna che può entrare accidentalmente in contatto con unghie e denti del cane non può essere costruita in materiale troppo leggero. Per collo, neoprene e caviglie per lo stesso motivo è preferibile il neoprene piuttosto che il lattice che è confortevole ma delicato.

Quando si utilizza una stagna in tessuto trilaminato la termicità è assicurata dai vestiti indossati sotto la muta. Senza acquistare dei sottomuta specifici da immersione subacquea (sarebbero troppo caldi) è possibile vestirsi con l’abbigliamento invernale caldo e aderente da running o da sci di fondo.

La muta stagna può terminare con le guarnizioni alle caviglie oppure può montare dei calzari integrati che permettono di infilarsi nella muta indossando anche le calze ma che impongono l’uso di uno scarponcino da torrentismo (canyoning) per proteggere il calzare. Quest’ultima soluzione garantisce grande termicità e permette di camminare sulle rocce e anche nella neve, consigliabile a chi pratica il SUP nei laghi alpini e in genere quando acqua e aria hanno temperature molto basse. Chi vive lungo le coste italiane non necessita di questa protezione dal freddo e può scegliere una muta con guarnizioni alle caviglie da integrare con il tipico calzare da surf, che assicura maggiore sensibilità.

Muta stagna in tessuto Cordura, molto resistente e adatta a climi freddi

Analogamente a quanto succede con le giacche a vento per l’alpinismo o per la nautica il tessuto esterno delle drysuit ha diverso peso, elasticità e resistenza all’abrasione in funzione della temperatura e condizioni di utilizzo per cui sono progettate. Le mute prettamente invernali utilizzano tessuti robusti e protettivi, accoppiati ad una guarnizione sul collo in un unico pezzo, che minimizza l’ingresso dell’acqua. La loro cerniera di chiusura è posteriore o anteriore/trasversale. Le mute progettate per una attività molto dinamica con temperature rigide ma non gelide sono realizzate con tessuti più leggeri ed elastici che esaltano le doti di traspirabilità. Hanno la cerniera frontale verticale con una guarnizione sul collo a patte sovrapposte che permette di arieggiare leggermente la muta se la temperatura dell’aria aumenta; in caso di immersione totale in acqua la tenuta stagna è inferiore rispetto alle mute con guarnizione in unico pezzo.

L’interno di una muta stagna, si notano le cuciture termosaldate e le guarnizioni in neoprene di collo e polsi

Le mute stagne in tessuto trilaminato non hanno la galleggiabilità che contraddistingue il neoprene, quindi per la propria sicurezza è consigliabile indossare un aiuto al galleggiamento con spinta idrostatica di 50 Newton (PFD – Personal Floatation Device). Può essere un giubbotto da canoa/kayak oppure un dispositivo galleggiante autogonfiabile che si indossa in cintura e che si gonfia in caso di necessità tramite una cartuccia di gas CO2 compresso tirando un cordino.

Il costo di una muta stagna per Stand Up Paddle è di circa 500 euro e per farvi un’idea  dell’attuale offerta potete consultare i siti internet dell’italiana Nonsolomute, della slovena Standout e della portoghese Supskin.

La muta stagna permette di cadere in acqua rimanendo asciutti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *