Gli indispensabili: il nodo parlato

I nodi sono croce e delizia di chiunque frequenti il mare o la montagna.

Facili da imparare ma facilissimi da dimenticare.

Unico modo per per stamparli nella memoria: esercitarsi sempre.

DOGSUP GRUPPO FACEBOOK

Non serve conoscere mille nodi, bisogna saperne fare pochi ad occhi chiusi

Basta un cordino!

Nel DogSup un cordino lungo un paio di metri, di 6-7mm di diametro è utilissimo.

Occupa poco spazio e permette di ormeggiare il SUP a un pontile, di legarlo a un anello, a un albero o a una imbarcazione.

Con un cordino da due metri costruite in un attimo un guinzaglio di emergenza… se conoscete i nodi giusti!

Con un cordino legato al nose trasformate la tavola in uno spettacolare riportello, da usare come gioco ma anche come esercizio per i cani da salvataggio acquatico!

Oggi vediamo il nodo parlato o barcaiolo, in inglese “clove hitch”.

Il nodo parlato o nodo barcaiolo

E’ un nodo d’ancoraggio di rapida esecuzione, regolabile e facile da sciogliere.

Come si realizza? Ho riassunto alcune tecniche di esecuzione in questo video. Esercitatevi a casa e lo farete ad occhi chiusi in acqua.

Buon divertimento 🙂

Cinque modi per eseguire il nodo parlato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *