La tavola per il Dogsup: tipologie e modelli

Esistono due tipologie costruttive: SUP rigidi (hard board) e SUP gonfiabili. Questi ultimi sono spesso indicati come iSUP acronimo di inflatable stand up paddle board.

I SUP rigidi grazie alle loro forme e profili idrodinamici modellati con cura e precisione hanno prestazioni in acqua nettamente superiori ai gonfiabili, sono più scorrevoli, leggeri e reattivi alle manovre impostate del paddler. Di contro sono più fragili, più costosi ed in molti casi hanno il rivestimento antiscivolo che non raggiunge la parte anteriore della tavola, dove solitamente si va a posizionare il cane.

Tavola per il Dogsup come sceglierla nel modo corretto?

tavola per il Dogsup
SUP rigidi – a sinistra due tavole race, a destra una tavola allround

Come potete intuire il SUP rigido sarà un modello di arrivo nella pratica del DogSup, quando la consapevolezza delle vostre capacità e le competenze acquisite vi metteranno nelle condizioni di scegliere un hard board in base alle vostre reali esigenze.

I SUP gonfiabili sono nella maggioranza dei casi le tavole con cui si approccia il mondo del paddleboarding. Nonostante prestazioni inferiori alle tavole rigide stanno conquistando un grande numero di praticanti, in virtù delle loro innegabili qualità: sono robuste, pratiche da trasportare nelle loro sacche e hanno materiali e superfici amichevoli nei confronti dei polpastrelli dei cani che non le percepiscono scivolose. In caso di urto o contatto con altre persone è difficilissimo provocare danni. Disponibili con ampia varietà di modelli e misure, i gonfiabili sono relativamente economici, fermo restando che come in ogni disciplina sportiva all’aumentare del costo delle attrezzature c’è un incremento qualitativo dei materiali, con proporzionale aumento della leggerezza, rigidità etc.

DOGSUP GRUPPO FACEBOOK

Vale la pena approfondire una particolarità delle tavole gonfiabili: perché nonostante l’alta pressione di gonfiaggio, non prendono una forma tondeggiante come il tubolare di un gommone ma si irrigidiscono mantenendo la propria forma specifica?

Succede grazie ad una tecnologia denominata drop-sticht, centinaia di filamenti che uniscono le due facce della tavola e che durante il gonfiaggio con l’apposita pompa vanno in tensione facendo aumentare la pressione interna e mantenendo il volume costante. Sono le sempre migliori tecnologie del drop-sticht, dei rail, della laminazione a caldo delle parti al posto delle colle che stanno incrementando la rigidità degli iSUP, uno degli elementi critici delle prime tavole gonfiabili.

tavola per il Dogsup
SUP gonfiabili

Con le due tipologie costruttive che abbiamo descritto esistono tavole per le varie discipline dello stand up paddling: 

  • tavole “wave” corte e larghe, per surfare le onde
  • tavole “race” lunghe e strette, per gareggiare in velocità
  • tavole “allround”, con misure e forme intermedie alle due precedenti, con cui si possono affrontare piccole onde ma soprattutto si può praticare il “cruising”, un sano esercizio fisico in acque piatte o mare poco mosso, anche in compagnia del proprio cane.

Nella famiglia di tavole allround si trova grande varietà di hard board e iSUP, da quelli con forme classiche arrotondate a quelli più slanciati e filanti, definiti “touring”: sono adatti a lunghi spostamenti e si ispirano alle forme idrodinamiche delle tavole race rispetto alle quali hanno però larghezza maggiore,  assicurando maggiore stabilità. La maggior parte delle tavole wave e race sono rigide, perché le loro particolari condizioni di utilizzo sono quelle in cui si esaltano le peculiarità costruttive e i vantaggi dalle hard board.

Fatta questa doverosa introduzione andiamo a SCEGLIERE LA TAVOLA PER DOGSUP CHE FA PER NOI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *